Editoriale

N° 24/2017 - PRIGIONIERI DELL'INQUISIZIONE

In questo numero presentiamo gli articoli di Giovanna Fiume e Roberto Nini dedicati allo studio dei graffiti impressi sulle mura delle carceri dai prigionieri dell’Inquisizione rispettivamente di Palermo e di Narni. Un punto di vista originale e innovativo che aggiunge tasselli alla storia del Sant'Uffizio, attraverso lo studio di una fonte ricca e complessa che necessita di essere decodificata attraverso un approccio multidisciplinare che coniuga ricerca d'archivio, speleologia, paleografia, linguistica e, soprattutto, un processo di indagine di molti anni. Lo studio di Giuliana Ancona, poi, riprende la storia di Domenico Scandella, detto Menocchio, in uno studio dell’attività inquisitoriale di fra Girolamo Asteo da Pordenone che nell’agosto del 1599 emanò la sentenza di condanna a morte. Rimanendo in tema, l'intervento di Gian Luca D’Errico e Michele Armellini offre un resoconto del seminario...Leggi tutto

Monografica

Fra Girolamo Asteo da Pordenone, inquisitore di Aquileia e Concordia (1598-1608): i problemi della ricerca

Inserito in Monografica,
Il mio intervento è collocato all’inizio di un pomeriggio, dedicato a Domenico Scandella detto Menocchio, il mugnaio vissuto a Montereale Valcellina e morto sul rogo nella piazza di Portogruaro nel 1599. A partire dal libro di Carlo Ginzburg, uscito nel 1976, su di lui e...Leggi tutto

Strepitus silentii. I graffiti dei carcerati del Santo Uffizio a Palermo

Inserito in Monografica,
Nel suo viaggio in Sicilia, tra il novembre 1785 e febbraio 1786, Friedrik Münter, professore di teologia dell’Università di Copenaghen, visita anche le carceri dell’appena abolito Santo Uffizio. Nel 1904 Vito la Mantia descrive alcuni disegni e trascrive alcune iscrizioni di alcune celle delle carceri...Leggi tutto

Segni di speranza. Carceri e graffiti nel Sant’Uffizio di Spoleto e Narni

Inserito in Monografica,
L’Umbria ha il territorio simile a quello che ebbe nello Stato Pontificio. Centro principale è Perugia dove Giulio III, nel 1550, in pieno Concilio di Trento, nominò il domenicano Matteo Lacchi commissario del Sant’Uffizio della città e Provincia dell’Umbria, appena otto anni dopo la bolla...Leggi tutto

Rubriche

I clandestini del mare. La storia nascosta dietro un libro e il suo autore: a proposito di Compulsion di Meyer Levin

Inserito in Storia e Storie,
La casa editrice Adelphi ha pubblicato nel 2017 la traduzione italiana del libro di Meyer Levin, Compulsion, conservandone il titolo inglese. Il volume, già in seconda edizione in Italia, era stato pubblicato per la prima volta negli USA nel 1956 e ristampato nel 1984 e...Leggi tutto

Christianisme sans l’être, ou de l'orthodoxie. Il silenzio degli angeli che canta l'esinanizione del figlio di Dio

Inserito in Contrappunto,
Nel 1998 Olivier Mille e Jean-François Colosimo (che poi ne ha tratto un testo/diario dallo stesso titolo, edito anche in Italia presso i tipi di Jaca Book) hanno girato un affascinante docufilm sulla mistica ed il canto nel cristianesimo ortodosso: Le silence des anges. Terres...Leggi tutto

L’Inquisizione tra narrativa e ricerche. A proposito di un seminario organizzato da Marina Caffiero e Andrea Del Col

Inserito in Cantieri della Storia,
Marina Caffiero in apertura dei lavori sottolinea la continuità che lega questo seminario alle iniziative degli anni precedenti: la necessità di fare uscire il più possibile il dibattito legato alla storia, nel caso specifico all’Inquisizione, al di fuori dei circuiti accademici. Un tema di cui...Leggi tutto

Giuseppe Caronia: un'opera dedicata alla sua memoria

L’artista romano Eliseo Sonnino ha creato, in una piazza di San Cipirello, in Provincia di Palermo, un’opera immensa, trionfante conclusione di un lungo percorso iniziato qualche anno fa dal padre, professor Eugenio Sonnino, che durante la sua vita si è speso affinché venisse giustamente riconosciuta...Leggi tutto