Autori

Anna Pia Bidolli

Anna Pia Bidolli si è occupata in particolare del settore degli archivi economici e finanziari. Ha diretto gli Archivi di Stato di Terni e di Roma ed è attualmente dirigente presso la Direzione generale per gli Archivi. Ha curato varie pubblicazioni su tematiche e fonti archivistiche tra cui: Invenzioni e attività brevettale: un percorso di ricerca nelle carte dell'Archivio centrale dello Stato, in Gli archivi per la storia della scienza e della tecnica, 1995, pp. 585-602; Fonti documentarie relative a banche e istituti di credito conservate presso l'Archivio Centrale dello Stato: archivi e istituzioni, in Gli archivi degli istituti e delle aziende di credito e le fonti d'archivio per la storia delle banche, Roma, 1995, pp. 400-429; L'istruzione agraria (1861-1928), a cura di A. P. Bidolli, S. Soldani, Roma 2001; Palazzo Mazzancolli a Terni, storia architettura archivi, a cura di A. P. Bidolli, Terni, 2005.



Anna Pia Bidolli has worked in the field of economic and financial archives. She directed the State Archive of Terni and Rome and she is currently a manager at the General Directorate of Archives. She edited several publications on issues and archival sources including: Invenzioni e attività brevettale: un percorso di ricerca nelle carte dell'Archivio centrale dello Stato, in Gli archivi per la storia della scienza e della tecnica, 1995, pp. 585-602; Fonti documentarie relative a banche e istituti di credito conservate presso l'Archivio Centrale dello Stato: archivi e istituzioni, in Gli archivi degli istituti e delle aziende di credito e le fonti d'archivio per la storia delle banche, Roma, 1995, pp. 400-429; L'istruzione agraria (1861-1928), a cura di A.P. Bidolli, S. Soldani, Roma 2001; Palazzo Mazzancolli a Terni, storia architettura archivi, a cura di A.P. Bidolli, Terni, 2005.


Newsletter
Invia la tua email per iscriverti alla newsletter. Riceverai informazioni sugli aggiornamenti e sulle attività del sito


Collabora con noi. Controlla i temi dei prossimi Call for papers. Oppure invia un tuo testo inedito. La redazione valuterà se pubblicarlo su uno dei prossimi numeri