Nuove prospettive di ricerca storica: Il progetto FIRB e i documenti dell’AUSSME sulla pace di Versailles

“Nel novembre del 1918, dopo oltre quattro anni di morte e sofferenza, finiva la Grande Guerra. I trattati di pace imposti dall’Intesa e dalle Potenze associate al termine della guerra, cercarono di costituire un nuovo sistema internazionale. Il progetto di ricerca L’Europa di Versailles (1919-1939). I nuovi equilibri europei tra le due guerre nei documenti dell’Archivio Storico Dello Stato Maggiore Esercito, è finanziato dal Ministero dell’Università e Ricerca (MIUR) nel quadro del programma FIRB Futuro in Ricerca 2010. Il suo obbiettivo è di esaminare in dettaglio gli eventi che hanno segnato la Prima Guerra Mondiale e i risultati della Conferenza della Pace, con particolare attenzione all’Europa centro-orientale, attraverso la digitalizzazione dei documenti dell’archivio dell’Esercito Italiano e la pubblicazione di specifici volumi di approfondimento.”

“Un altro importante obbiettivo del progetto è quello di uniformare la fruibilità dei materiali agli standard di altre importanti istituzioni a livello europeo, incentivando la qualità del servizio al pubblico.”

“On November 11, 1918, the Great War that lasted for over four years came to a close. The peace treaties imposed by the Entente and Associated Powers after the War tried to establish a new international system. The research project The Europe of Versailles (1919-1939). The new European balance between the two wars in the sources of the Archive of the Army General Staff is funded by the Italian Ministry of University and Research (MIUR) under the program FIRB Futuro in Ricerca 2010. It aims to examine specifically the events that marked the First World War and the results of the Peace Conference in Central and Eastern Europe trough the digitization of the records of the archive of the Italian Army and the publication of several specific books.”

“Another important objective of the project is to standardize the usability of the materials to the standards of other important European institutions, promoting the quality of service to the public.”

 

Nel novembre del 1918, dopo oltre quattro anni di morte e sofferenza, finiva la Grande Guerra. I trattati di pace imposti dalle potenze vittoriose al termine della Grande Guerra, conosciuti con l’improprio nome di Trattati di Versailles cercarono di costituire un nuovo sistema internazionale, di contenere il doppio pericolo di una ripresa dell’espansionismo tedesco e del diffondersi della rivoluzione bolscevica, e finendo però per creare un nuovo sistema profondamente instabile. La scomparsa dei tre grandi imperi plurinazionali portò alla creazione di una serie di nuovi Stati su basi etno-linguistiche, che non risolsero tuttavia i numerosi conflitti di natura nazionale che avrebbero continuato a lacerare il continente. Le potenze vincitrici si erano prefisse di evitare la deflagrazione di un nuovo conflitto in Europa. Questo tentativo si dimostrò però inadeguato, provocando negli anni successivi conseguenze disastrose per la pace europea.