Il colonialismo tedesco in Cina: l’isola di Qīngdǎo e la baia di Jiāozhōu (1897 – 1914)

Il 14 novembre 1897 la marina militare tedesca al comando dell’ammiraglio Ernst Otto von Diederichs invade la baia di Jiāozhōu nella regione dello Shandong. Viene successivamente firmata una convenzione con il governo imperiale cinese che assegna il territorio per novantanove anni all’amministrazione tedesca. In pochi anni la baia ed il nuovo insediamento di Qīngdǎo diventano un modello militare ed economico di orgoglio nazionale. Per la Cina l’esperienza di Jiāozhōu è un altro episodio di umiliazione tra quelli che caratterizzano gli ultimi decenni della dinastia Qing. Il protettorato tedesco cade in mano delle forze militari giapponesi il 16 novembre 1914, segnando anche la fine le ambizioni territoriali della Germania in Asia.