N° 27/2018 – ALDO MORO QUARANTA ANNI DOPO. LA MEMORIA “DELL’ASSENZA” ATTRAVERSO STAMPA, QUOTIDIANI E TELEVISIONE

Gli articoli presenti in questo numero monografico ricostruiscono sul piano storico, mediatico e personale, l’eredità e le conseguenze scaturire all’indomani dei cinquantacinque giorni più controversi e bui della storia della Repubblica italiana, coincisi con il rapimento e l’omicidio del presidente della Dc Aldo Moro.

Saggi a cura di Miguel Gotor, Ilenia Imperi e Federico Marconi. Ad arricchire il numero le schede dello sceneggiatore Giovanni Filippetto, autore della docufiction televisiva, Aldo Moro il Professore, e di Giancarlo Ferraris, Una buia e fredda mattina di marzo.

Presenti inoltre nel numero la discussione/recensione di Francesco Saverio Trincia al volume di Cinzia Sciuto, Non c’è fede che tenga. Manifesto laico contro il multiculturalismo, dal titolo: Una discussione su fede, laicità, storia e la recensione di  Andrea Cicerchia al volume di Miguel Rodrigues Lourenço, A Articulação da Periferia. Macau e a Inquisição de Goa (c. 1582-c. 1650), Lisboa 2016.