Nel corso degli ultimi decenni, a partire dalla metà degli anni '90 in poi, la storiografia italiana ha sviluppato un interesse crescente attorno al tema dei crimini di guerra perpetrati contro civili italiani dalle truppe tedesche d'occupazione e dai reparti armati fascisti della Repubblica di Salò nel biennio 1943-1945. Il...


Alla domanda se Giuseppe Flavio si considerasse un traditore, Pierre Vidal-Naquet risponde che «certamente questi non si considerava un traditore. Ma se ho intitolato io mio libro Il buon uso del tradimento è perché il buon uso del tradimento per lui è consistito nello scrivere la storia; ed è un...


C'è un significato del recente libro di Luciano Canfora che non è stato adeguatamente o per nulla messo in evidenza. Né dalla promozione editoriale, né dai vari commentatori. Eppure vi è dedicato il capitoletto quasi conclusivo che porta il titolo dell'intero volume. Si tratta della tendenza a scrivere «una storia...


Ogni giudizio scientifico, anche quello che si dà di un libro come l'ultimo di Stefano Rodotà, Perché laico, Laterza 2009, dovrebbe essere caratterizzato dalla Wertfreiheit, la libertà dal giudizio di valore, che Max Weber esaltava come l'atteggiamento capace di isolare le idiosincrasie e i gusti personali dello scienziato o dello...


Una bella scommessa editoriale, quella del National Geographic. Un tentativo non del tutto nuovo, ma sicuramente ambizioso e stimolante. Una rivista di storia, nel senso più esteso e onnicomprensivo del termine, un mensile rivolto a tutti. Appassionati, curiosi, studiosi; il pubblico di Storica è potenzialmente vastissimo. Nelle intenzioni dell'editore, che...