Persi e ritrovati. La sicurezza del patrimonio archivistico italiano, tra abili ladri e inaspettati paladini. Intervista a Paolo Buonora, direttore dell’Archivio di Stato di Roma

La notizia che una preziosa mappa acquerellata del 1730 raffigurante il lago di Santa Maria nella zona pontina del Lazio – trafugata all’Archivio di Stato di Roma da ignoti quasi dieci anni fa – è stata recentemente ritrovata dal nucleo Tutela Patrimonio Culturale dell’Arma dei Carabinieri, grazie ad un attento e certosino lavoro di indagine, è lo spunto per una intervista gentilmente concessa in esclusiva al Giornale di Storia dal direttore dell’istituto di conservazione, dott. Paolo Buonora.
Emergono alcuni particolari tralasciati dalla stampa divulgativa ma di sicuro interesse scientifico; e anche un piccolo scoop.