La fioritura di studi sull’emigrazione degli ultimi tre decenni ha determinato una rinnovata attenzione al problema della frammentarietà delle fonti prodotte nei paesi di destinazione. Tra queste fonti, i periodici scritti in lingue differenti da quella del paese in cui sono pubblicati costituiscono una testimonianza di particolare utilità dato il...


La sala consiliare del convento di San Domenico di Bologna venne decorata da Girolamo Bonino da Ancona verso la seconda metà del XVII secolo. In essa spicca per imponenza e bellezza un affresco raffigurante un cane bianco, simbolo dei domenicani (Domini Canis), che vigila su un piccolo gregge di pecore,...


Nella prospettiva di storia globale che in qualche modo, nel bene e nel male, domina il paradigma storiografico internazionale, occorre chiedersi se non sappia di “provinciale” perfino il porsi in una dimensione esclusivamente “europea”, nel momento in cui si affronti qualsiasi “tradizionale” tema storiografico, che è europeo per consenso comune...


Quella dei rapporti tra cinema e letteratura è una storia quasi sempre travagliata, chiusa tra la necessità di rispettare l’originale letterario da cui si trae spunto ed allo stesso tempo garantire la specificità del medium attraverso cui lo si vuole trasporre. Ci sono casi, però, in cui le relazioni sono...


Come funzionava la macchina propagandistica italiana durante la seconda guerra mondiale? A questa domanda cerca di rispondere Luca Martera con l’interessante Harlem. Il film più censurato di sempre, pubblicato per i tipi de «La nave di Teseo» e realizzato anche grazie alla collaborazione del «Centro Sperimentale di Cinematografia». Com’è evidente...


Il denso volume dedicato di Bruno Figliuolo, Alle origini del mercato nazionale. Strutture economiche e spazi commerciali nell’Italia medievale (Udine, Forum, 2020), è un contributo che colpisce anzitutto per la sua solidità e per l’amplissima base documentaria (peraltro in massima parte costituita da inediti) sulla quale si fonda. Siamo insomma...


Tutti abbiamo sentito almeno una volta raccontare la storia di Barbablù, una favola per bambini, messa per iscritto nel XVII secolo da Charles Perrault, dalla trama relativamente semplice: una fanciulla va in sposa a un ricco signore non preoccupandosi troppo né dell’insolito colore della sua barba, né del fatto che...